MAURIZIO BARBORO
si è formato artisticamente sotto la guida della celebre pianista Lya De Barberiis, presso l'Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma. Premiato, come solista e in Duo pianistico, in Concorsi pianistici nazionali ha intrapreso, dal 1980, un'intensa carriera solistica che lo ha visto collaborare con Orchestre prestigiose e Direttori di provata esperienza in tutta Europa, America e Asia. In particolare si segnalano i Recital presso la Gasteig di Monaco di Baviera, per il Festival pianistico di Tübingen nell'ambito delle celebrazioni lisztiane e, nell'ottobre 2014, le esibizioni solistiche a Winston-Salem, Washington e Boston; la collaborazione con la celebre Orchestra Sinfonica "Enescu", sotto la direzione del maestro Ovidiu Balan, presso la Sala Ateneo di Bucarest; i Concerti presso la storica Jordan Hall di Boston, con la Longwood Symphony Orchestra diretta dal maestro Francisco Noya; l'inaugurazione della Stagione 2008/09 dell'Accademia "Stefano Tempia" nella Sala del Conservatorio "Verdi" di Torino con la "Fantasia corale" di Beethoven; l'inaugurazione della Stagione 2010/2011 della Thailand Philharmonic Orchestra di Bangkok, con il maestro Claude Villaret. Nel 1996 è stato nominato "artista residente" della Filarmonica di Stato "Dumitrescu" di R.Valcea (Romania). Particolarmente attivo come didatta, è titolare della Cattedra di Pianoforte principale presso il Conservatorio "Paganini" di Genova e docente presso i corsi estivi di perfezionamento di Sale San Giovanni (CN) ; tiene master class per Accademie europee, americane ed asiatiche.
LUCA RASCA
Allievo di Franco Scala all'Accademia Pianistica di Imola, dove tuttora vive, è vincitore di numerosi premi in campo nazionale e internazionale tra cui: London Piano Competition, Busoni di Bolzano, Schubert di Dortmund, Chopin di Roma, Casagrande di Terni, Viotti di Vercelli. Svolge attività concertistica da solista, in musica da camera e ha suonato oltre 20 concerti per pianoforte e orchestra con prestigiose formazioni tra cui l'Orchestra Sinfonica della Rai, i Virtuosi di New York, la London Philharmonic Orchestra con la quale ha debuttato alla Royal Festival Hall di Londra con il primo concerto di Brahms alla presenza di Sua Altezza Reale Carlo d'Inghilterra. Ha all'attivo numerose registrazioni discografiche, è spesso membro di giuria di concorsi nazionali e internazionali ed è attivo in campo didattico da oltre 20 anni. Scrive per la rivista Suonare News, è direttore artistico del Concorso Pianistico Internazionale Palma d'Oro di Finale Ligure (SV) e del Piano Summer Campus di Tolmezzo (UD), che si svolge annualmente nel mese di luglio. E' docente di pianoforte principale al Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine. Dal dicembre 2015 è Steinway Artist.
MARIKO SANO
Mariko Sano è attivo come solista e come musicista da camera. Nata a Tokyo, ha iniziato gli studi di pianoforte con Moto Sasaki, il cui insegnante è stato Arturo Benedetti Michelangeli. Dopo essersi laureata alla Tokyo National University of the Arts, si è trasferita a Imola, in Italia, e ha frequentato l'Accademia Internazionale "Incontri col Maestro" dove è stata seguita nel suo percorso di studi da Franco Scala e da Lazar Berman. Si è anche perfezionata nella classe di musica da camera di Pier Narciso Masi e si è diplomata brillantemente a Imola in entrambe le discipline. Tra gli altri suoi insegnanti ricordiamo Akira Imai, Paul Badura-Skoda e Eric Heidsieck. A partire da quel periodo Mariko si è esibita in numerosi festival, come solista con l'Orchestra dell'Accademia Filarmonica della Scala diretta da Yuri Temirkanov al Teatro Comunale di Modena, e con l'Orchestra della Radio TV Slovena diretta da Anton Nanut, al Festival "Da Bach a Bartok", al Teatro Verdi di Pisa, Milano, Teatro Comunale di Monfalcone,ecc. Ha inoltre formato per un periodo un duo di musica da camera insieme al violoncellista Rocco Filippini. In Giappone ha tenuto numerosi recital a Tokyo, Osaka, Kyoto, Kobe, ecc. Inoltre ha partecipato al programma radiofonico Recital NHK-FM. Ha una particolare predilezione per la musica di Beethoven e ha ottenuto Il Premio musicale Aoyama di Kyoto per la sua interpretazione di un programma beethoveniano di opere del tardo periodo. Insegna presso l'università di Osaka e in una scuola superiore di musica, dove si sono distinti molti suoi allievi. Siede regolarmente in giurie di concorso pianistici internazionali e viene spesso invitata a Madrid, in Spagna, per masterclass pianistiche.
LUCA TRABUCCO
Intrapresi gli studi musicali a Genova presso il conservatorio "N. Paganini" con Claudio Proietti per il pianoforte e Adelchi Amisano per la composizione si è poi perfezionato presso l'Accademia Pianistica Internazionale "Incontri col Maestro" di Imola, prima con Lazar Berman, Alexander Lonquich e Riccardo Risaliti, quindi con Boris Petrushansky e Piero Rattalino. Già vincitore dei più prestigiosi concorsi pianistici nazionali (Premio Venezia e Premio Città di Treviso) si è affermato in moltissime competizioni internazionali tra cui Palma d'oro di Finale Ligure, Viotti Valsesia, Pinerolo, New Orleans International Piano Competition.
Ha suonato in cinque continenti per alcune tra le istituzioni più prestigiose (Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra Sinfonica Siciliana, Filarmonica di Rovereto, Arena di Verona, Orchestra Sinfonica della provincia di Bari, Polimusica di Madrid, CIEMM di Parigi, Tiroler Festspiele di Erl, Meranofest, Kawai a Ledro, Filarmonica di Messina, La Società dei Concerti di Milano, Louisiana Simphony Orchestra, Cairo Opera House in Egitto, Sunport Hall Takamatsu e Kagawa Hall in Giappone, Teatro La Fenice di Venezia) e con direttori quali Renzetti, Mazzola, Marvulli, Jonescu. La sua discografia comprende opere di Bach, Scarlatti, Beethoven, Chopin, Messiaen, oltre che di Ravel e Debussy, autori dei quali ha suonato l'integrale delle opere e di cui, dalla stampa specializzata, è considerato interprete di riferimento. Ha realizzato molte prime esecuzioni e prime incisioni di opere a lui dedicate, come compositore ha vinto il "Premio Czerny" per compositori italiani, la sua musica è pubblicata dalla Edi-Pan di Roma. Tiene regolarmente master-classes in Italia e in Europa e siede nella giuria di svariati concorsi pianistici internazionali, è docente di pianoforte presso il Conservatorio Jacopo Tomadini di Udine.